Monthly Archives: March 2006

Preludio ad House of M


Mi sono appena spupazzato questo volumetto della Panini Comics che raccoglie quattro storie di Excalibur che dovrebbero fare da preludio alla mega saga House of M che inizia questo mese.
Prima di tutto, ci tengo a precisare che la lettura del fumetto non è necessaria per capire gli eventi di House of M, anche perché questo fantomatico preludio riguarda solo le ultimissime pagine di ognuna delle storie pubblicate.
Comunque, ho pensato di scrivere questo post per consigliarvi l’acquisto del fumetto in questione e soprattutto per via dell’ultima storia.
Le prime tre, infatti, passano via tranquille senza lasciare niente di buono in bocca: si tratta di tipiche storie di avventura supereroistica con calci, pugni, spari, laggi laser e chi più ne ha più ne metta.
Ma è la quarta storia che stupisce e lo fa con vigore. Si tratta di una introspezione interessantissima nell’animo di Charles Xavier, il papà dei mutanti, accompagnato in questa psicoanalisi dal mitico Dottor Strange. Una storia che vale tutti i quattro euro del volumetto.

Il sommo MML

Questo post è dedicato ad uno dei miei idoli di sempre, il sommo MML, capo della Panini Comics.
Dovete sapere che il sommo anni fa introdusse nuovamente in Italia i fumetti di super eroi della Marvel, da tempo dimenticati (alcuni dicono per colpa dei cartoni animati).
Era un giorno di sole dell’estate del 1987 (se non sbaglio) ed io avevo 13 anni. Da un anno avevo traslocato e non abitavo più al Quadrifoglio, a Garbagnate. Con la famiglia ci eravamo trasferiti ad Arese. Per i primi due anni, però, continuai a frequentare i miei amici del Quadri e continuai a rifornirmi dalla mitica edicola dell’Armida, proprio di fronte all’ingresso del quartiere.
Quanti ricordi quella edicola, quante corse forsennate al sole, sotto la pioggia o la grandine, in attesa del nuovo numero del Topolino! E che sorpresa quel giorno nel trovare in edicola un nuovo fumetto, il primo numero dell’UR della Star Comics.
Lo comperai al volo, memore dei mitici cartoni animati che vedevo da piccolo e lo divorai in un secondo. Ricordo ancora la storia, il mitico signore degli anelli che sparava anelli di fumo dal suo costume. L’autore era il grande John Byrne e la storia era veramente entusiasmante.
Il sommo MML scriveva gli editoriali e le note dell’UR ed era il deus ex machina della nuova rivoluzione supereroistica che di lì a poco (o non molto poco) invase completamente le edicole italiane.
Ricordo l’emozione nel leggere i suoi editoriali, quando ci incitava a comperare più copie dell’UR per tenere su le vendite, ricordo di come mettevo da parte i soldini per comperare una copia in più. Ricordo la aperiodicità del fumetto, le corse a vuoto in edicola a vedere se era uscito il numero nuovo.
Ricordo come una grande gioia quando il sommo ci comunicò che il mitico Bovini aveva comperato una macchina per stampare in proprio e che per questo motivo le cose sarebbero andate meglio per il futuro. Sembrava quasi di essere tutti una grande famiglia.
E ricordo il club che fondai, il Fantastic World Of Comics. Ricordo le lettere degli amici che mi scrivevano (ai tempi internet non esisteva ancora), le telefonate con gli appassionati a parlare dell’UR e dei suoi amici.

Quante emozioni, quanti bei ricordi, tutti legati alla mia passione del fumetto, tutti legati a questo signore con pochi capelli e con il pizzo, che piano piano, zitto zitto, è salito ai vertici della Marvel. Secondo me non ci credeva neanche lui.
Ed oggi che si parla proprio di un nuovo accordo tra Marvel e Panini, all’improvviso non mi sembra così impossibile che il sommo MML diventi un giorno il capo supremo della Marvel…la cosa non mi dispiacerebbe e ne andrei orgoglioso, come se il mio fratellone fosse riuscito in una grande impresa.

Per MML, hip hip hurra!

Cartoomics 2006

Yup yup, oggi me ne vado finalmente a Cartoomics a farmi una bella scorpacciata di fumetti. Era da un bel po’ che ne sentivo il bisogno. Questa mattina volevo addirittura andare ad ascoltare la conferenza di Lupoi e della Panini Comics, un po’ come facevo ai vecchi tempi a Lucca, ma il sonno e la stanchezza accumulata in questa settimana di lavoro me lo ha impedito accidenti.

Ma oggi mi voglio rifare…budget complessivo di 100 iuri, spero di riuscire a comperare qualche bella cosuccia che mi faccia sentire di nuovo le emozioni che provavo tempo fa e che oggi sono un po’ assopite…

Speriamo!

Qualche visita

Accidenti, mi sa che non passa mai nessuno da queste parti, che tristezza.
Mi piacerebbe molto ricevere la visita di qualche blogger come me, per scambiare opinioni, idee ed impressioni su tutto ciò che ci piace.
Vabbè, io nel frattempo curo questo posticino con attenzione, in modo da preparare la stanza se mai dovesse arrivare un ospite.

Ecco, vado a passare lo straccio per la polvere sul comodino. Scusate per il freddo, apro un secondo le finestre per far circolare l’aria.

All Star Superman #2


Ho letto oggi il secondo numero di questa nuova serie DC dedicata al mitico Superman. Le persone su internet stanno gridando al miracolo per queste storie scritte da Morrison, ma sinceramente non ho trovato nè il primo, nè il secondo numero particolarmente intriganti.

Il secondo numero scorre via in pochi minuti e il colpo di scena finale non è così sorprendente come poteva sperarsi durante la lettura dell’albo.

Come spesso accade con i comics USA, alla fine della lettura resta il senso di aver buttato via i propri soldi…3 euro per un intrattenimento durato cinque minuti e neanche tanto intrigante è forse troppo.

Forse sono particolarmente criticone ma mi mancano tanto i fumetti di una volta, quelli belli pieni di baloon fitti fitti di parole e con tante vignette…non come oggi che in ogni numero ci sono almeno due splash pages e baloon semivuoti!