Monthly Archives: May 2006

Solo…


I’m watching you…
Originally uploaded by pmsmgomes.

Ieri sera è successa una cosa strana. Mia sorella sta per andare via ad abitare con il suo fidanzato. Si porterà via anche gli animali di casa, la Melina, Alfonso ed Oscar.

Ogni sera quando torno a casa, indipendentemente dall’ora in cui torno, la Melina mi corre incontro e mi fa le feste. Qualche volta è bella sveglia, altre volte è invece addormentata e si vede. Ma comunque salta giù dal letto appena sente le chiavi dentro alla serratura, corre dietro alla porta del soggiorno chiusa e non appena la apro, lei mi salta addosso tutta contenta e gioiosa.

Io le faccio le coccole, la spupazzo un po’ e lei mi segue in camera mia, saltando sul letto e sdraiandosi sul piumone…in attesa. Di cosa? Di un bel biscotto, naturalmente.

Mi sono chiesto diverse volte se sia felice perché sa che le do il biscotto o se sia semplicemente felice perché arrivo a casa. Mi sono sempre risposto dicendomi che la verità è nel secondo motivo e ne sono convinto.

Ieri sera mia sorella ha provato a dormire nella sua casa nuova e si è portata dietro la Melina. E’ già successo nei giorni scorsi, e non è quindi la prima volta che entro in casa senza essere accolto dalle sue feste.

Ieri però è stato diverso, ieri ho avuto la consapevolezza che tra poco non sarà una eccezione non vedere la Mela tutta contenta, ma questo diventerà la normalità.

E allora un senso di tristezza e di solitudine mi ha riempito all’improvviso il cuore…mi sono sentito solo, molto solo.

Ora che ci penso, è la stessa sensazione di solitudine che ho provato quando per la prima volta sono tornato a casa dopo la morte di Botolo. Penso di non essermi ancora ripreso da quel trauma, anzi ne sono sicuro (e le lacrime che stanno scendendo mentre scrivo queste righe lo confermano, cazzo). Mi chiedo come sarà vivere anche senza la Mela…mi chiedo se lei mi penserà qualche volta!

Nel mio spirito del momento, ho paura che non la vedrò invecchiare e che dovrò affrontare tutto di botto la notizia della sua dipartita…meglio non pensarci.

Advertisements

11 settembre 2001

Girovagando su YouTube, il sito di condivisione di video, ho trovato questo filmato musicale dedicato alla tragedia delle Torri Gemelle ed ho pensato di inserirla nel mio blog.

Ho vissuto il dramma delle Torri Gemelle in diretta, ero a casa a studiare ed ho visto alla televisione quando accaduto, con l’ansia e l’angoscia che cresceva dentro di me.

Marvel Knights 4 #28, un piccolo gioiello

Accidenti, è un vero peccato che questa serie dedicata ai Fantastici Quattro debba concludersi con il trentesimo numero. Ogni appuntamento, infatti, si è rivelato interessante e pieno di spunti di riflessione particolarmente accattivanti.

Si era iniziato con la storia dei Fantastici Quattro in bancarotta e adesso si affronta la vita dei nostri super-eroi preferiti sotto un aspetto diverso.

In questo numero della serie, l’autore (Roberto Aguirre-Sacasa) traccia una storia a tratti retorica ma piena di umanità e normalità. Ed è proprio questa normalità applicata a super-eroi che si rivela il punto di riflessione interessante della storia.

A tratti commuovente, la storia si conclude con un faccia a faccia tra Susan Storm e Reed nel quale tutti e due si dimostrano per quello che sostanzialmente sono: due persone normali, piene di sentimenti, di paure e di angosce come tutti.

Un bel racconto, da prendere in considerazione.
Se sapete l’inglese, comperatelo in lingua originale (alla Borsa del Fumetto, da ItalyComics, oppure in qualche negozio usa come Mile High Comics o Midtown Comics).
Se l’inglese non lo capite, allora tenete d’occhio il mensile “I Fantastici Quattro” edito dalla Panini, sulle cui pagine vengono pubblicate le storie di questa serie.